gestione ambientale - sicurezza lavoro - corsi di formazione
gestione ambientale -  sicurezza lavoro -  corsi di formazione

IL D.V.R. IN BASE ALLE PROCEDURE STANDARDIZZATE AL D.M. 30/11/2012

PUOI REDIGERE DA SOLO IL TUO D.V.R. SECONDO LE PROCEDURE STANDARDIZZATE

 

Scaricando il D.V.R.P.S. (Documento di Valutazione dei Rischi Procedure Standardizzate), avrai a disposizione il documento in formato word modificabile secondo la tua attività lavorativa.

Prima di avviare il download, leggi le note informative che seguono in questa pagina. Qualora sorgessero dubbi o fossero necessari ulteriori chiarimenti, contattaci tramite mail; ti risponderemo al più presto.

 

 

 

ATTIVITÀ E LAVORATORI COINVOLTI NEL D.V.R. PROCEDURE STANDARDIZZATE ED ESCLUSIONI

 

L’abolizione dell’autocertificazione e le conseguenze

A partire dal 31 Maggio 2013, data ultima in cui è entrato definitivamente in vigore il D.M. 30/11/12, qualunque attività venga trovata dagli Enti di controllo in possesso di un’autocertificazione, sarà considerata priva di qualsiasi documento che valuti i rischi lavorativi e quindi sanzionata in base all’art. 55, comma 1, lett. a) del T.U. 81/2008.

 

Le Attività obbligate a redigere un D.V.R. secondo le procedure standardizzate

Si tratta di tutte le attività di ogni campo lavorativo del settore pubblico, privato, tra cui rientrano anche gli Enti e le Associazioni, che possiedono fino a 10 lavoratori. Se un attività usufruisce della collaborazione di almeno 1 lavoratore, rientra negli obblighi della normativa.

 

Le tipologie di Lavoratori per cui scattano gli obblighi del D.V.R. Standardizzato

Sono compresi tutti quei lavoratori che rientrano negli obblighi del campo di applicabilità del T.U. 81/2008, di cui viene fornito un elenco non esaustivo:

·    Lavoratori dipendenti full-time o part-time;

·    Lavoratori che effettuano prestazioni occasionali;

·    Lavoratori autonomi;

·    Lavoratori equiparati (stagisti, tirocinanti, lavoratori occasionali di tipo accessorio, lavoratori con contratto a progetto, ecc…).

 

Non è sempre possibile effettuare il D.V.R. secondo le Procedure Standardizzate

Se un’attività possiede 10 o meno di 10 lavoratori può avvalersi della redazione del D.V.R. standardizzato, ma ci sono dei casi particolari in cui questo non è possibile.

Se dalla rilevazione e calcolo dei rischi lavorativi emerge che l’attività è positiva ai seguenti rischi:

 

·    Rischio Chimico

·    Rischio Biologico;

·    Rischio derivante da sostanze cancerogene o mutagene;

·    Rischio ATEX (Esplosioni);

·    Altre criticità;

 

allora non è possibile ricorrere alla redazione di un D.V.R. standardizzato, ma a quello di un normale D.V.R..

 

Stampa Stampa | Mappa del sito
© STUDIO SICUREZZA AMBIENTALE Dr. Marano - sede Via F. Testi 287 20162 MILANO Partita IVA 08675700150

E-mail

Come arrivare