gestione ambientale - sicurezza lavoro - corsi di formazione
gestione ambientale -  sicurezza lavoro -  corsi di formazione

SISTRI - SIStema di controllo della Tracciabilità dei RIfiuti

Il SISTRI (Sistema di Controllo della Tracciabilità dei Rifiuti) è il sistema informativo voluto dal Ministero dell'Ambiente italiano nel 2009 per monitorare i rifiuti pericolosi tramite la tracciabilità degli stessi. Si tratta, in pratica, di trasferire in formato digitale i previgenti adempimenti documentali precedentemente svolti in forma cartacea e basati sul MUD (Modello Unico di Dichiarazione Ambientale), sul Registro di carico e scarico dei rifiuti e sul FIR (Formulario di identificazione dei rifiuti).

ATTENZIONE !:

Una volta che le annotazioni sul Registro Cronologico e sulla Movimentazione sono FIRMATE , appaiono anche sui monitor del SISTRI e dell'Arma dei Carabinieri , come da Decreto istitutivo ed in caso di errori , sono soggetti a sanzione !

Affidate quindi la gestione del Sistri solamente a personale adeguatamente formato .

Il sistema si basa sull'utilizzo di due apparecchiature elettroniche: una cosiddetta "black box" (cioè un trasponder) da montare sui mezzi adibiti al trasporto dei rifiuti per tracciarne i movimenti, e una chiavetta USB consegnata alle imprese ed enti obbligati ad iscrizione Sistri con un software per il trattamento dei dati relativi ai rifiuti.

IMPRESE ED ENTI OBBLIGATI ALL’ISCRIZIONE AL SISTEMA SISTRI

Categorie di soggetti obbligati ad iscriversi al Sistri:

 

Produttori iniziali di rifiuti pericolosi: le imprese e gli enti produttori iniziali di rifiuti speciali pericolosi con più di dieci dipendenti, di cui all'art. 184, comma 3, lettere b), c), d), e), f) ed h), del D.Lgs. n.152/2006 (Decreto 24 aprile 2014).

 

Produttori iniziali di rifiuti non pericolosi: le imprese e gli Enti produttori iniziali di rifiuti non pericolosi di cui all’articolo 184*, comma 3, lettere c), d) e g), del decreto legislativo n.152/2006, con più di dieci dipendenti.

 

Regione Campania: i Comuni, gli Enti e le Imprese che gestiscono i rifiuti urbani nel territorio della Regione Campania.

 

Commercianti ed intermediari: i commercianti e gli intermediari di rifiuti senza detenzione.

 

Consorzi: i consorzi istituiti per il recupero e il riciclaggio di particolari tipologie di rifiuti che organizzano la gestione di tali rifiuti per conto dei consorziati.

 

Trasportatori professionali: le imprese di cui all’articolo 212, comma 5, del decreto legislativo n.152/2006 che raccolgono e trasportano rifiuti speciali.

 

Operatori del trasporto intermodale: il terminalista concessionario dell’area portuale di cui all’articolo 18 della legge n. 84/1994 e l’impresa portuale di cui all’articolo 16 della medesima legge, ai quali sono affidati i rifiuti in attesa dell’imbarco o allo sbarco per il successivo trasporto; i responsabili degli uffici di gestione merci e gli operatori logistici presso le stazioni ferroviarie, gli interporti, gli impianti di terminalizzazione e gli scali merci ai quali sono affidati i rifiuti in attesa della presa in carico degli stessi da parte dell’impresa ferroviaria o dell’impresa che effettua il successivo trasporto.

 

Trasportatori in conto proprio di rifiuti pericolosi: le imprese che raccolgono e trasportano i propri rifiuti pericolosi di cui all’art. 212, comma 8, del decreto legislativo n. 152/2006.

 

Recuperatori e smaltitori: le imprese e gli Enti che effettuano professionalmente operazioni di recupero e smaltimento di rifiuti.

“ISCRIZIONE DINAMICA”

L’obbligo di iscrizione decorre dal momento in cui l’azienda supera il numero dei 10 dipendenti sopra indicato o inizia la produzione dei rifiuti speciali pericolosi come d’altra parte l’iscrizione al Sistri da obbligatoria diventa solo volontaria nel momento in cui l’azienda NON supera il numero dei dipendenti sopra indicato o cessa la produzione di quei rifiuti di tipo pericoloso che la obbligava alla iscrizione al Sistri.

CONTRIBUTO ANNUALE  SISTRI E SANZIONI

Il SISTRI prevede il pagamento di un contributo annuale entro il 31 APRILE DI OGNI ANNO SUCCESSIVO ALL'ISCRIZIONE , ANCHE IN ASSENZA DI MOVIMENTI SISTRI. Le sanzioni per l'omessa iscrizione, il mancato pagamento del contributo annuale e per omissioni e errori nell'immissione dei dati nel sistema telematico sono state introdotte dal D.Lgs. 205/2010.

Modalità di pagamento del contributo Sistri annuale

Il contributo è versato da ciascuna azienda iscritta per ciascuna attività di gestione dei rifiuti svolta all’interno dell’unità locale. Il contributo si riferisce all’anno solare di competenza, indipendentemente dal periodo di effettiva fruizione del servizio, e deve essere versato al momento dell’iscrizione ed entro il 30 aprile di ogni anno successivo all’iscrizione.

Scadenza del pagamento :

Negli anni successivi, il contributo è versato entro il 30 aprile dell’anno al quale i contributi si riferiscono. Tale disposizione si applica anche agli operatori che hanno aderito volontariamente al SISTRI anche qualora, nel medesimo anno solare, optino per il ritorno al sistema cartaceo.

Il pagamento del contributo è effettuato mediante:

  • un unico versamento comprendente l'importo complessivo dei contributi dovuti per tutte le unità locali;
  • in più versamenti distinti per ciascuna unità locale;
  • per le imprese che raccolgono e trasportano rifiuti, in un unico versamento, comprendente l'importo dei contributi dovuti per la sede legale e per tutti i veicoli a motore adibiti al trasporto dei rifiuti.

Il pagamento potrà avvenire nei seguenti modi:

  • presso qualsiasi ufficio postale mediante versamento dell'importo dovuto sul conto corrente postale n. 2595427, intestato alla TESORERIA DI ROMA SUCC.LE MIN. AMBIENTE SISTRI VIA C.COLOMBO, 44 - 00147 ROMA.

o in alternativa

  • presso gli sportelli del proprio istituto di credito mediante bonifico bancario alle coordinate

IBAN: IT56L 07601 03200 000002595427 Beneficiario: TESOR. DI ROMA SUCC.LE MIN. AMBIENTE SISTRI VIA C. COLOMBO 44 00147 - ROMA.       CODICE FISCALE: 97047140583

Solo le pubbliche amministrazioni possono pagare il contributo dovuto con versamento diretto sul CONTO ENTRATA TESORERIA      IBAN: IT88Z 01000 03245 348032259214

 Nella causale di versamento, indipendentemente dal metodo di pagamento utilizzato, occorre indicare:

  • contributo SISTRI/anno di riferimento;il Codice fiscale dell'Azienda;il codice fascicolo ed eventuale numero progressivo di pratica comunicato dal SISTRI, a conferma dell'avvenuta iscrizione.

Esempio : indicare nella causale : anno 2018, C.F. ,MI_TEL 001587

 Dopo aver effettuato il pagamento dei contributi spettanti, gli Operatori dovranno comunicare, accedendo all’applicazione GESTIONE AZIENDA, i seguenti estremi di pagamento:

In particolare è necessario fornire:

  • il numero della quietanza di pagamento rilasciata d alla Sezione della Tesoreria Provinciale presso la quale è stato effettuato il pagamento, ovvero il numero VCC-VCY della ricevuta del bollettino postale, ovvero il numero del codice riferimento operazione (CRO/TRN) del bonifico bancario ovvero, nel caso di pagamenti effettuati da pubbliche amministrazioni, i riferimenti della disposizione di pagamento;
  • l'importo del versamento;
  • il numero di pratica a cui si riferisce il versamento.( NUMERO DI ISCRIZIONE AL SISTRI )

Attenzione : senza la suddetta segnalazione di avvenuto pagamento, sul sito Sistri non appariranno i pagamenti anche se già  versati al Sistri.

COME LO STUDIO DI SICUREZZA AMBIENTALE VI PUO’ AIUTARE

Affidatoci l'incarico dopo preventivazione trasparente in cui sono dettagliati costi e spese, si possono effettuare presso la sede del Cliente le seguenti operazioni:

-    Corsi di formazione deI dipendenti che sono stati delegati al funzionamento del sistema SISTRI presso l’azienda.

-   Operazione di iscrizione al SISTRI con ritiro della chiavetta USB presso la relativa Camera di Commercio e cambio anagrafiche delle Unità Locali e dei Delegati.

-    Verifica del corretto funzionamento della chiavetta USB del Sistri.

-    Riallineamento registro cronologico per inizio scritture Sistri e verifiche di malfunzionamenti.

-    Operazioni di verifica correttezza registrazioni Sistri carico, scarico e schede trasporto.

Stampa Stampa | Mappa del sito
© STUDIO SICUREZZA AMBIENTALE Dr. Marano - sede Via F. Testi 287 20162 MILANO Partita IVA 08675700150

E-mail

Come arrivare