ambiente sicuro - sicurezza sul lavoro - corsi di formazione -rilevazioni ambientali
ambiente sicuro -  sicurezza sul lavoro -  corsi di formazione -rilevazioni ambientali

LA DICHIARAZIONE M.U.D.

La dichiarazione del M.U.D. (Modello Unico di Dichiarazione Ambientale) prevede che le imprese che rientrano negli obblighi del D.Lgs. 152/2006 (e i soggetti che ne fanno parte) devono adempiere all’obbligo di effettuare una denuncia annuale dei rifiuti prodotti nell’anno precedente alla propria Camera di Commercio di riferimento.

SCADENZA M.U.D. 2019

 

Vi informiamo che ogni Impresa ed Ente che ha prodotto e smaltito rifiuti dal 1° Gennaio 2018 al 31 Dicembre 2018, dovrà presentare l'annuale dichiarazione M.U.D., ai sensi della Legge 70/94.

Sono compresi nella dichiarazione MUD i rifiuti gestiti nell'anno 2018  tramite la l'abolito sistema  SISTRI.

 

Sulla Gazzetta Ufficiale del 22 febbraio 2019 è stato pubblicato il D.P.C.M. 24 dicembre 2018  che regolamenta le modalità di presentazione MUD:

  • La scadenza di presentazione del M.U.D. 2019 è stata spostata dal 30 aprile 2019 al 22 giugno 2019 .
  •  I soggetti obbligati alla presentazione sono gli stessi coloro che nel 2018 hanno presentato il M.U.D. 2018 ovvero sono quelli definiti dall'articolo 189 c. 3 del D.lgs. 152/2006 ovvero trasportatori, intermediari senza detenzione, recuperatori, smaltitori, produttori di rifiuti pericolosi, produttori di rifiuti non pericolosi da lavorazioni industriali, artigianali e di trattamento delle scorie con più di 10 dipendenti, Comuni.

La sanzione per omessa, incompleta o inesatta dichiarazione MUD (comma 5-ter) è compresa tra €2600,00 e €15500,00, se effettuato il 60° giorno dopo il 30 Aprile 2019 (L.70/94). 

IMPRESE ED ENTI OBBLIGATI ALLA DENUNCIA ANNUALE MUD

 

  • Le imprese e gli Enti produttori di rifiuti pericolosi;
  • Le imprese e gli Enti produttori iniziali di rifiuti non pericolosi di cui all’articolo 184, comma 3, lettere c), d) e g) (vale a dire: rifiuti da lavorazioni industriali; rifiuti da lavorazioni artigianali; rifiuti derivanti da attività di recupero e smaltimento di rifiuti, fanghi prodotti dalla potabilizzazione e da altri trattamenti delle acque e dalla depurazione delle acque reflue e da abbattimento di fumi), con più di 10 dipendenti nella sua totalità aziendale e non considerando la singola unità locale;
  • I produttori iniziali che effettuano anche operazioni di raccolta e trasporto in conto proprio dei propri rifiuti pericolosi fino a 30 kg o 30 litri al giorno (in quanto trasportatori);Comuni o loro Unioni e/o Consorzi e Comunità Montane;
  • I Produttori di apparecchiature elettriche ed elettroniche iscritti al Registro nazionale e Sistemi Collettivi di Finanziamento;
  • CONAI o altri soggetti di cui all'articolo 221, comma 3, lettere a) e c);
  • Soggetti che effettuano le attività di trattamento dei veicoli fuori uso e dei relativi componenti e materiali.
  • Gli impianti di recupero e smaltimento rifiuti;
  • Chiunque effettua a titolo professionale attività di raccolta e trasporto di rifiuti;
  • Gli intermediari e commercianti rifiuti senza detenzione.

 

Sono esonerati dalla denuncia M.U.D.:

  • Gli imprenditori agricoli (art. 2135 del codice civile) con un volume di affari non superiore a 8.000 €/anno;
  • Le Imprese che raccolgono e trasportano i propri rifiuti NON pericolosi fino a 30 kg o litri al giorno;
  • Per i soli rifiuti NON pericolosi, le imprese e gli enti produttori iniziali che NON HANNO PIU’ DI 10 DIPENDENTI.

M.U.D. - LINKS UTILI

Informazioni specifiche in materia di MUD possono essere richieste a:
mud@ecocerved.it per il software abilitato alla compilazione.
softwaremud@ecocerved.it per i quesiti sul software (installazione, tracciati record, stampe).
info@mudtelematico.it per la trasmissione telematica del MUD .



Stampa Stampa | Mappa del sito
© STUDIO SICUREZZA AMBIENTALE Dr. Marano - sede Via F. Testi 287 20162 MILANO Partita IVA 08675700150

E-mail

Come arrivare