gestione ambientale - sicurezza lavoro - corsi di formazione
gestione ambientale -  sicurezza lavoro -  corsi di formazione

LA GESTIONE DEI RIFIUTI AZIENDALI

 

PRODUTTORE INIZIALE DEI RIFIUTI: RESPONSABILITA'

 

Il  PRODUTTORE dei rifiuti è la persona la cui attività ha generato i rifiuti  cioè il produttore iniziale .

Il  PRODUTTORE è esentato da specifiche responsabilità solamente se :

  • HA CLASSIFICATO  il rifiuto secondo il Codice C.E.R. e CARATTERIZZATO se necessario
  • Ha REGISTRATO    il rifiuto secondo il Registro Carico e Scarico e/o Sistema SISTRI
  • Ha CONFERITO il rifiuto SOLAMENTE  a terzi autorizzati al trasporto e smaltimento con utilizzo del formulario di trasporto in triplice copia al trasportatore

Quindi , sbagliare la classificazione del rifiuto, non registrare i rifiuti o registrarli in modo inesssato  e/o conferire il rifiuto a soggetto che non possiede le autorizzazioni di trasporto/smaltimento del rifiuto stesso è solo fonte di sanzioni  !

 

 

DEFINIZIONE DI RIFIUTO

Col termine “RIFIUTO” si definisce “qualsiasi sostanza od oggetto che rientra nelle categorie riportate nell'allegato A e di cui il detentore si disfi o abbia deciso o abbia l'obbligo di disfarsi” (Art.6 D.Lgs.22/97).

 

Esempi:

Non è un rifiuto l'attrezzatura o l'oggetto che attende di essere riparato

Non è un rifiuto l'attrezzatura che deve subire una manutenzione ordinaria e straordinaria

 

E' un rifiuto l'olio usato delle friggitrici che dovrò eliminare

E' un rifiuto la cartuccia della stampante esaurita

E' un rifiuto la batteria del pc o del cellulare che non è più funzionante

 

Un qualunque materiale, prodotto , contenitore , che il produttore decida che debba essere classificato come rifiuto DEVE  essere separato dai prodotti differenti e deve essere  collocato nel DEPOSITO TEMPORANEO AZIENDALE , cioè nella collocazione dove sono sistemati i rifiuti in attesa di essere consegnati ad un trasportatore autorizzato per il recupero o per lo smaltimento.

 

 

 FASI DELLA GESTIONE DEI RIFIUTI :

 

LA CLASSIFICAZIONE DEL RIFIUTO  e CARATTERIZZAZIONE  TRAMITE ANALISI SECONDO IL CATALOGO EUROPEO RIFIUTI (C.E.R.)

IL DEPOSITO TEMPORANEO DEI RIFIUTI PRESSO L'AZIENDA

IL REGISTRO DI CARICO E SCARICO DEI RIFIUTI

IL TRASPORTO/SMALTIMENTO ED IL FORMULARIO di TRASPORTO

IL SISTRI ovvero il SIStema di TRacciabilità dei RIfiuti

-  LA NORMATIVA A.D.R.

-  IL MODELLO UNICO DI DICHIARAZIONE (M.U.D.)

 

Per evitare ogni sanzione ,è necessario anche il rispetto delle SCADENZE ANNUALI  previste per la gestione dei Registri , pagamento dei diritti Sistri , effettuazione della denuncia M.U.D.

 

 

 

 

 

 

 

 

Stampa Stampa | Mappa del sito
© STUDIO SICUREZZA AMBIENTALE Dr. Marano - sede Via F. Testi 287 20162 MILANO Partita IVA 08675700150

E-mail

Come arrivare